Da Milano a Cassano d'Adda lungo la pista ciclabile
passando per Vimodrone, Gorgonzola, Inzago, Cassano d'Adda e ritorno.
La pista ciclabile è percorsa da famiglie in bicicletta e da tranquilli passeggiatori, occorre quindi procedere sempre prudentemente a velocità moderata. Non è un percorso adatto all'allenamento per cicloamatori.
  
Km totali 61
  
Dislivello 98 metri
  
Indice difficoltà 35 (Indice di difficoltà considera chilometri e dislivello (100 km dislivello 1.000 metri IND. DIFF.=100)
   
Percorso lungo la pista ciclabile del naviglio Martesana: Milano (via Emilio De Marchi zona Greco), Milano (Via Padova e Via Idro), Vimodrone, Gorgonzola, Inzago, Cassano d'Adda (frazione Groppello) e ritorno.
 
Salite Il percorso non presenta salite, ma qualche saliscendi con leggere pendenze.
Biciclette consigliate Il percorso è adatto alle bici da corsa, alle mountain bike ed anche alle bici da turismo.
Naviglio Martesana a Milano Il naviglio della Martesana

Progettato da Leonardo da Vinci ed inaugurato da Lodovico il Moro nel 1496, il naviglio della Martesana serviva a congiungere la città di Milano all'Adda e quindi al lago di Como. A partire dal 600 sulle sue rive sorsero alcune stupende ville patrizie, sedi di vacanza dei nobili milanesi. Sfociava a Milano, mescolandosi con le acque del Seveso, nel bacino detto "il tombone di S.Marco ", ove, esisteva un laghetto da cui aveva origine la fossa interna. Il ponte di S. Marco, detto anche "ponte delle gabelle" dal nome della località (per quel ponte medioevale che scavalcava il canale in Via Montebello), fu uno dei centri portuali più frequentati dai milanesi.

Il naviglio Martesana a Milano, zona Crescenzago.
 
 
Tabella del percorso
 
  Tempi alla media di
Percorso Altimetria Km parz. Km tot. 15 Km / h 20 Km / h 25 Km / h
Milano (Via E. De Marchi zona Greco) 122          
Vimodrone 128 8,0 8,0 30' 25' 20'
Gorgonzola 133 10,5 18,5 1h 10' 55' 45'
Inzago 138 7,6 26,1 1h 45' 1h 20' 1h 5'
Cassano d'Adda (fraz. Groppello) 133 4,2 30,3 2h 1h 30' 1h 15'
Inzago 138 4,2 34,5 2h 15' 1h 40' 1h 25'
Gorgonzola 133 7,6 42,1 2h 50' 2h 05' 1h 45'
Vimodrone 128 10,5 52,6 3h 30' 2h 35' 2h 10'
Milano (Via E. De Marchi zona Greco) 122 8,0 60,6 4h 3h 2h 30'

Contributo (03/06/2013): Ciao Emilio ti segnalo un nuovo pezzetto di ciclabile asfaltata fra Groppello e Vaprio: http://www.bellitaliainbici.it/melzo_vaprio_trezzo.htm
Oscar.

Andando oltre: procedendo, sempre costeggiando la Martesana, ci si può dirigere verso Vaprio d'Adda lungo un tratto sterrato (inadatto per le biciclette da corsa) trovandosi la Martesana a sinistra e l'Adda a destra, quindi prendendo la pista ciclabile dell'Adda si incontra Trezzo d'Adda, Paderno d'Adda, Brivio su su fino a Lecco. Ma non sarebbe piu' una passeggiata cicloturistica, da Milano a Lecco sono circa 70 km, senza considerare il ritorno.

Contributo: Ho avuto occasione di compiere il percorso che, partendo da Via Padova arriva fino all'Adda seguendo la Martesana e poi tutto il corso dell'Adda fino a Lecco. E' un giro bellissimo, soprattutto nel parco dell'Adda. E' adatto solo a mountain bike in quanto da Gessate in poi è quasi tutto sterrato ed alcuni tratti presentano asperità e buche. E' stato appena asfaltato il tratto lungo la Martesana da Vimodrone a Cernusco
(era l'unico tratto ancora sterrato). Fino a Garlate è tutta pista ciclabile a parte 300 metri subito dopo Vaprio. Data la tipologia del fondo stradale, è un pò più impegnativo rispetto al medesimo chilometraggio su asfalto. Avendo gambe buone e una giornata a disposizione, lo consiglierei a tutti con le giuste pause ed ammirando la diversità dei paesaggi che si incontrano. Marco.

Percorso creato con Google maps
 

Visualizza percort_02 in una mappa di dimensioni maggiori
Note

Negli anni '90 l'idea di far rivivere il naviglio della Martesana si è concretizzata con l'inaugurazione di una pista ciclopedonale lungo il tratto che, partendo da Cassina de' Pomm raggiunge Gorla, Precotto, Crescenzago. 

Oggi che il naviglio ha superato i 500 anni di vita la pista ciclabile che lo costeggia da Milano raggiunge Cassano d'Adda, collegandosi alla pista ciclabile del fiume Adda.

Lungo la pista ciclabile, che porta da Milano all'Adda si scopre un paesaggio inaspettato fatto di cascine, ville sontuose, ponticelli, antichi casolari e borghi, giardini, orti e anatre con pulcini ed anche gabbiani cornacchie e colombe.

Il percorso è pianeggiante e costeggia costantemente il corso d'acqua, è a tratti all'ombra ma prevalentemente esposto al sole.

E' stato asfaltato anche il segmento da Vimodrone a Cernusco sul Naviglio (era l'unico rimasto ancora sterrato).

Passando in Gorgonzola si attraversa un tratto sovrastato dal passaggio in legno di Palazzo Serbelloni del 1571, in un contesto molto caratteristico.

Arrivati a Groppello d'Adda (frazione di Cassano d'Adda) si può ammirare la poderosa ruota in legno dell'antico mulino ad acqua, ed a questo punto riprendere a ritroso la strada del ritorno.

La pista ciclabile è frequentata da famiglie in bicicletta e da tranquilli passeggiatori, occorre quindi procedere sempre prudentemente a velocità moderata. Non è un percorso adatto all'allenamento per cicloamatori.

Occorre prestare attenzione alle barre poste per impedire l'ingresso sulla pista alle automobili, se si procede a velocità sostenuta possono rappresentare un pericolo.

Il fondo stradale è completamente asfaltato, adatto non solo alle mountain bike ma anche alle bici da turismo.

Lungo il percorso quando si attraversano i centri abitati è possibile rifocillarsi presso i bar e  le trattorie.

 

Torna alla pagina dei percorsi
  
Torna alla home page